la pericolosita' e il rischio
menu
Dove siamo
Numeri utili
In caso di emergenza

protezione civile
Cosa è
In Italia
Nella Regione Toscana
Nella Provincia di Firenze
Nel Circondario Empolese Valdelsa
La pericolosità e il rischio
Volontariato
Meteo Regionale
AdB fiume Arno
Normative e documenti utili

curiosita'
Galleria immagini
Glossario
Esercitazioni Arno 34

Il concetto di rischio è stato introdotto dall'UNESCO nel 1984 per rispondere ai compiti istituzionali di mitigazione dei danni causati dalle catastrofi naturali ed ha trovato ampia diffusione nella comunità scientifica, anche se ancora oggi non vi è uniformità di interpretazione.

Il rischio totale (Rt) viene così definito come il prodotto tra gli elementi a rischio (E) e il rischio specifico (Rs) inteso a sua volta come il prodotto tra la pericolosità (H), ovvero la probabilità di accadimento dell'evento catastrofico in uno specifico periodo di tempo e in una data zona geografica per la vulnerabilità (V) degli elementi a rischio.

In Italia la sua prima applicazione è stata nel campo della prevenzione sismica quando, dopo il terremoto dell'Irpinia del 1980, si riclassificò il territorio nazionale, cioè si aggiornò l'elenco delle aree potenzialmente soggette a danni da terremoto, nelle quali vige l'obbligo di costruire con criteri antisismici.

Il concetto di rischio è poi stato esteso ad altri fenomeni naturali e da ultimo a fenomeni dannosi di origine antropica, cioè provocati dall'uomo.

contatore accessi

A cura del Centro Intercomunale di Protezione Civile