volontariato
menu
Dove siamo
Numeri utili
In caso di emergenza

protezione civile
Cosa è
In Italia
Nella Regione Toscana
Nella Provincia di Firenze
Nel Circondario Empolese Valdelsa
Ipotesi di rischio nel Circondario Empolese Valdelsa
Volontariato
Meteo Regionale
AdB fiume Arno
Normative e documenti utili

curiosita'
Galleria immagini
Glossario
Esercitazioni Arno 34
Negli ultimi anni il volontariato è diventato un fenomeno nazionale che si è andato sempre più organizzando nel campo della protezione civile soprattutto sotto la spinta delle grandi emergenze verificatesi in Italia a partire dall'alluvione di Firenze, dal terremoto del Friuli, da quello dell'Irpinia e della Basilicata.

In occasione di questi eventi l'afflusso di migliaia di volontari da ogni parte dell'Italia fu molto confusionario perchè mancò un sistema pubblico organizzato, che sapesse impiegare e valorizzare le energie e le professionalità presenti nelle associazioni di volontariato.

Negli ultimi dieci anni, invece, un'illuminata legislazione ha riconosciuto il valore del volontariato associato (legge quadro n. 266/91), come espressione di solidarietà e di partecipazione incoraggiandone e sostenendone sia la diffusione della cultura, che lo sviluppo della forza stessa, in forma organizzata.

Con la legge n°225 24 del febbraio 1992, "Istituzione del Servizio Nazionale della Protezione Civile", è stato riconosciuto il valore del volontariato ed il suo ruolo di "struttura operativa nazionale" quale parte integrante del sistema pubblico, alla stregua delle altre componenti istituzionali, come Vigili del Fuoco, Forze di Polizia ecc.

L'obiettivo è quello di creare sul territorio di ciascun comune un servizio di pronta risposta alle esigenze della protezione civile, utilizzando le forze della cittadinanza in piena integrazione con le forze istituzionali presenti sul territorio.

All'interno delle organizzazioni di volontariato esistono tutte le professionalità della società moderna, insieme a tutti i mestieri, costituendo risorse numeriche e qualitative fondamentali soprattutto nelle grandi emergenze. Tra questi vi sono medici, ingegneri, infermieri, elettricisti, cuochi, falegnami, i gruppi cinofili e subacquei, il corpo nazionale del soccorso alpino, il volontariato per l'antincendio boschivo.

Al momento, nell'elenco nazionale del Dipartimento della Protezione Civile sono iscritte oltre tremila organizzazioni (tra le quali i così detti "gruppi comunali"), per un totale di oltre un milione e centomila volontari disponibili.

Di essi, circa sessantamila, sono pronti ad intervenire nell'arco di quindici minuti - un'ora sui propri territori, mentre circa trecentomila sono pronti ad intervenire nell'arco di 3-12 ore.

Si tratta di associazioni nazionali e di associazioni locali, tra di loro coordinate, in modo da formare, in caso di necessità, un'unica struttura di facile e rapida chiamata per gli interventi.

La Legge Regionale n°67/2003 ha dedicato al volontariato di protezione civile una specifica Sezione (Capo II - Sezione II "Il Volontariato"), in cui si individuano le attività alle quali le organizzazioni di volontariato sono chiamate a concorrere e dove si disciplina l'applicazione dei benefici connessi all'impiego delle organizzazioni di volontariato, previsti con Regolamento approvato con il D.P.R. n°194/2001 in attuazione dell'art. 18 della Legge n°225/92.

In attuazione della Legge Regionale n°67/03, la Giunta Regionale ha approvato con sua Delibera n°1163 del 10.11.2003 le procedure per il rimborso degli oneri connessi con l'impiego delle organizzazioni di volontariato in attività di soccorso ed assistenza in vista o in occasione di eventi calamitosi ai sensi degli artt. 9 e 10 del DPR n°194/2001 e la relativa modulistica da compilare per l'accesso a tali rimborsi con il Decreto n°8142 del 29.12.2003.

Le organizzazioni di volontariato che intendono collaborare nel sistema regionale di protezione civile devono iscriversi in un apposito registro regionale secondo quanto previsto dalla Legge Regionale n°28 del 26 aprile 1993 . Sarà la Regione Toscana che provvederà al censimento delle associazioni di volontariato iscritte nel registro regionale e a verificarne la loro capacità tecnico-operativa (art.13 L.R. 67/2003).

contatore accessi

A cura del Centro Intercomunale di Protezione Civile